Teatro è società

3 - TEATRO È SOCIETÀ

Un omaggio ad alcune donne che sono coraggiose testimoni del loro tempo (Lucia Annibali, le clarisse del convento di S. Chiara a Udine, Peggy Guggenheim e Tina Modotti) occupa parte di questa sezione del progetto. Lucia Annibali è una donna che ha fatto della sua terribile sventura (non molti anni fa venne sfregiata con l’acido da uomini pagati dal suo fidanzato) un punto di forza tale da farla diventare un simbolo di coraggio e di lotta per tutte le donne che subiscono violenza da parte del proprio compagno. La sua forza morale verrà raccontata in “Io ci sono”, in occasione della “Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne”.
“La ricotta”, interpretato dal bravissimo Antonello Fassari, altro non è che la messa in scena della sceneggiatura dell’omonimo cortometraggio girato da Pier Paolo Pasolini per il film RO.GO.PA.G. del 1963. Di attualità sconcertante anche a distanza di così tanti anni, il racconto della passione di un povero borgataro romano che fa la comparsa in un set cinematografico e muore d’indigestione, ci parla ancora di povertà intellettuale e di vittime del consumismo becero che impoverisce la nostra società, quasi una visione profetica da parte di Pasolini, che per questo film ricevette una denuncia di vilipendio alla religione e molti tagli da parte della censura dell’epoca.
Tindaro Granata, sensibile e giovane autore-attore già apprezzato nelle passate stagioni del Verdi di Pordenone, con il testo “Geppetto e Geppetto” ha vinto il premio Ubu 2016 per la migliore drammaturgia. Sarà uno spettacolo che farà indubbiamente discutere, quelli portati in scena sono temi importanti e difficili: stepchild adoption e maternità surrogata. Ma la delicatezza della scrittura scenica e la messa in scena quasi “brechtiana” aiutano ad affrontare con la giusta lucidità ed emozione il racconto di una famiglia non molto dissimile da tutte le altre.
Marta Cuscunà è una giovane attrice e commediografa friulana che fa del teatro civile la sua bandiera. “La semplicità ingannata” narra la storia realmente accaduta nel ‘500 nel convento di Santa Chiara a Udine e delle suore che ci vissero e che intrepidamente proclamarono una sorta di resistenza intellettuale alle imposizioni della Chiesa. L’autrice: “In questo progetto ho cercato di elaborare alcuni lati della vicenda realmente accaduta con analogie che li rendessero più contemporanei e vicini a noi spettatori del ventunesimo secolo. Per questo ho cercato di fare in modo che concetti come ‘eresia’, ‘dote’ assumessero anche significati altri, più ampi di quelli
letterali e che la ‘monaca forzata’ diventasse simbolo non esclusivo della condizione femminile nel suo complesso”.
“Ode a Tina” è uno spettacolo dedicato a una grande donna del ‘900, Tina Modotti, scritto appositamente dal commediografo messicano Horacio Almada per celebrare il 120° anniversario della sua nascita. Così descrive lo spettacolo il “Messaggero Veneto” in occasione della prima rappresentazione: “Un'ode emozionante alla vita di questa leggendaria e rivoluzionaria donna friulana, per molto tempo dimenticata nella sua madrepatria ma non in Messico, dove divenne nota per le sue produzioni artistiche e gli incontri con personaggi del calibro dei pittori Frida Kahlo, Diego Rivera e il fotografo Edward Weston, dei quali fu amante e musa”.
“Woman before a glass” è la storia di Peggy Guggenheim e della sua passione per l’arte (e gli artisti). Una donna eccezionale, grande scopritrice di talenti (Max Ernst, Jackson Pollock, René Magritte sono solo alcuni nomi tra i tanti), una vera paladina dell’arte del ‘900. Ne sarà interprete in un’originale messa in scena Caterina Casini che di questa straordinaria protagonista del secolo appena trascorso ci racconterà luci e ombre.
Per concludere il variegato panorama di “Teatro è Società”, il divertente e al contempo serissimo spettacolo “Il maschio inutile”. Tratto dall’omonimo libro scritto dal filosofo della scienza Telmo Pievani e dal giornalista Federico Taddia, anch’essi in scena insieme agli scatenati musicisti-attori della Banda Osiris, ci porranno il serio problema, tra analisi scientifica ed esempi umani edificanti, se davvero il genere maschile stia raggiungendo l’inutilità di esistere. Starà a tutti voi scoprirne la risposta.

Spettacoli di riferimento:

al Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Pordenone:
- Io ci sono
- La ricotta
- Geppetto e Geppetto

al Teatro Verdi di Maniago:
- La semplicità ingannata

al Teatro Pasolini di Casarsa:
- Ode a Tina

all’Auditorium del Centro Civico di San Vito al Tagliamento:
- Woman before a glass
- Il maschio inutile


LINK DI APPROFONDIMENTO

IO CI SONO
La Nazione.it >> 
Corriere Fiorentino.it >>
055 Firenze.it >> 

LA RICOTTA
Sipario.it >>
Critical Minds.it >> 
SaltinAria.it >>
Teatro Persinsala.it >>
Sipario Toscana >> 

GEPPETTO E GEPPETTO
Il Sole 24 Ore.com >> 
Il Manifesto.it >> 
Sipario.it >>
Promo, RAI5 >>

LA SEMPLICITA’ INGANNATA
Cantiere Campana >> 
Sipario.it >> 
Dramma.it >>

ODE A TINA
Diario di Pordenone.it >> 

WOMAN BEFORE A GLASS
Laboratori Permanenti.com >>
Teatri in Comune.it >> 
Recensito.net >> 
Laboratori Permanenti.com >> 

IL MASCHIO INUTILE
Teatro Elfo Puccini.org >>
Promo Banda Osiris >>
Corriere del Veneto.it >>
Brescia Oggi.it >>