Teatro è società

3 - TEATRO È SOCIETÀ

 

Teatro è societàIspirata a una commedia giovanile di Goldoni, La bancarotta, riscritta dal drammaturgo vicentino Vitaliano Trevisan, racconta il Nordest di oggidì, tra imprenditori sull’orlo del fallimento, politici corrotti, madri e mogli debosciate, figli castrati dagli adulti nell’intraprendere le proprie strade, boss della camorra e servi infedeli. Una società sull’orlo del baratro, schiava e sottomessa all’unico vero dio: i schei. Ma una fioca speranza nel futuro, forse rimane… Un grande Natalino Balasso nel ruolo di Pantalone, non mancherà di stupirvi e commuovervi.

La storia della morte - volutamente insabbiata - della giornalista di Rai 3 Ilaria Alpi e del fotografo Miran Hrovatin, avvenuta a Mogadiscio nel 1994, viene narrata nell’interessante monologo Lo schifo scritto da Stefano Massini. Si apriranno per i nostri giovani spettatori squarci di inaudita verità sull’Africa già italiana dilaniata da interessi politici, speculazioni e memorie coloniali.

Echoes è un serrato dialogo a due ambientato in un futuro non molto lontano, dove s’immagina che un terrorista abbia deciso di eliminare (e con successo) una metropoli provocando un milione di vittime. Viene convocato nel suo blindatissimo bunker un giornalista perché il criminale vuole rilasciare un’esclusiva intervista: riuscirà il cronista a scoprire le ragioni dell’insano e terribile gesto? Due splendidi attori (Marco Quaglia e Stefano Patti) si mettono a servizio di un testo dall’intrigante sapore di noir.

Una presenza aliena e minacciosa si trova da un po’ di tempo nel cielo che sovrasta la terra. L’umanità la chiama L’uno. Tutti i terrestri sentono che a causa sua la fine del mondo potrebbe essere vicina. Nella notte di capodanno alcuni amici si ritrovano per festeggiare, ma la tensione provocata dall’inquietante entità porterà non poche fratture all’interno dei loro rapporti. Una commedia amara, scritta, diretta e interpretata da giovani autori-attori ci parlerà della fragilità e inadeguatezza dell’essere umano.

Chi potrebbe assumere ai nostri giorni i panni di Don Chisciotte? L’autore di Donchisci@tte immagina sia un anziano sognatore che gira video su Youtube, aiutato da un figlio imbranato e amorevole come un novello Sancho Panza. Quale lo scopo dei suoi video in rete? Un incitamento all’umanità a resistere e a lottare per la bellezza del mondo. Una commedia semplice e necessaria con due attori di grande rilievo: Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi.

Una famiglia e le sue rigide regole è il centro tematico di Le regole per vivere, divertentissima commedia che si rivela una sorta di analisi antropologica sul detto e non detto, sui comportamenti stereotipati, le ipocrisie e le emozioni sottaciute all’interno del gruppo famigliare. Freud si sarebbe molto divertito se avesse visto questa pièce dove talvolta il potente subconscio deflagra sui sentimenti di tutti, scardinando ovviamente tutte le regole e facendo scoppiare tutti i membri che finalmente si diranno la verità.

C’è una gioielleria e ci sono intimidazioni, richieste di estorsione. Rocco si oppone, denuncia. La moglie prova a ricondurlo alla ragione. Non ci riesce, e si fa complice degli estorsori. Con sorte è una storia raggelante di ordinarie estorsioni in una Sicilia in preda alle famiglie mafiose, che vanta l’interpretazione superba della giovane Oriana Martucci. Uno spettacolo necessario per far scoprire ai nostri ragazzi le piaghe di una terra ammorbata da un cancro difficile da debellare.

Una commedia amarissima e crudele è Parenti serpenti, che divenne negli anni ’90 anche un bel film diretto da Mario Monicelli. Vi si narrano le vicende di una famiglia durante le feste di Natale, di due anziani genitori che affidano ai quattro figli la decisione di andare a stabilirsi in casa di uno di loro. La scelta per la prole non sarà affatto facile, fino a quando, tutti d’accordo sceglieranno una soluzione per nulla convenzionale. La pièce viene illuminata da una splendida interpretazione di Lello Arena nei panni del vecchio padre non del tutto capace d’intendere e di volere. 


  

SPETTACOLI DI RIFERIMENTO:

Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Pordenone:
- La bancarotta - sabato 7 dicembre 2019

Ex Convento di San Francesco di Pordenone (Teatro OFF di Speakeasy):
- Lo schifo - domenica 24 novembre 2019
- Echoes - venerdì 31 gennaio 2020

Teatro Verdi di Maniago:
- L’uno - venerdì 14 febbraio 2020

Teatro Miotto di Spilimbergo:
- Donchisci@tte - giovedì 30 gennaio 2020

Teatro Pileo di Prata di Pordenone:
- Donchisci@tte - sabato 1 febbraio 2020

Auditorium del Centro Civico di San Vito al Tagliamento:
- Le regole per vivere - domenica 2 febbraio 2020
- Con Sorte - sabato 7 marzo 2020

Teatro Comunale Mascherini di Azzano Decimo:
- Parenti serpenti - mercoledì 4 marzo 2020

 

LINK DI APPROFONDIMENTO:

LA BANCAROTTA
Teatro G. Verdi, Pordenone - sabato 7 dicembre 2019

Rumor(s)cena.com >>
Rainews.it/tgr/bolzano >>
Teatro-bolzano.it >>


LO SCHIFO
Ex Convento di S. Francesco, Pordenone - domenica 24 novembre 2019

Trevisotoday.it >>
Teatrobresci.it >>


ECHOES
Ex Convento di S. Francesco, Pordenone - venerdì 31 gennaio 2020

Cheteatrochefa-roma >>
Teatro.persinsala.it >>
Glistatigenerali.com >>
Nuovoteatrosanpaolo.it >>


CON SORTE
Auditorium H.Zotti, San Vito al Tagliamento - sabato 7 marzo 2020

Tofringe.it >>
Larepubblica.it >>


DONCHISCI@TTE
Teatro Miotto, Spilimbergo - giovedì 30 gennaio 2020
Teatro Pileo, Prata di Pordenone - sabato 1 febbraio 2020

Paneacquaculture.net >>
Teatro.it >>
Teatrionline.com >>
Uninfonews.it >>
Teatroexcelsior >>


PARENTI SERPENTI
Teatro Mascherini, Azzano Decimo - mercoledì 4 marzo 2020

Culturaspettacolo.it >>
Teatro.persinsala.it >>
Laplatea.it >>
Lastampa.it >>
Corrieredellumbria.it >>


L’UNO
Teatro G. Verdi, Maniago - venerdì 14 febbraio 2020

Teatroteatro.it >>
L'uno, il trailer >>


LE REGOLE PER VIVERE
Auditorium H. Zotti, San Vito al Tagliamento - domenica 2 febbraio 2020

Laplatea.it >>
Flaminioboni.it >>
Corriere.it >>
Teatronuovoverona.it >>